mercoledì 31 gennaio 2018

IL GRAN BOLLITO CREMONESE


Il prossimo fine settimana nelle mura sarà di scena 'Il Gran Bollito Cremonese'.
Un evento inedito per la città murata, che nasce dall'altrettanta inedita partnership tra Gruppo Volontari Mura Pizzighettone e Gruppo Macellai Cremonesi di Confcommercio. L'obiettivo: valorizzare ulteriormente le tipicità del territorio, abbinando come ormai tradizione il patrimonio storico architettonico locale alla gastronomia, ampliando contestualmente l'offerta in tema di eventi anche come volano al turismo.
Sabato 3 Febbraio a cena (dalle ore 19.00 alle 22.30) e Domenica 4 Febbraio a pranzo (dalle 11.30 alle 14.30) si potranno degustare i Bolliti, nel rispetto dei tre brodi locali. Il piatto del Gran Bollito Cremonese comprende cinque diversi tagli, tutti della parte anteriore del bovino, frollati a dovere, selezionati e porzionati dai Maestri Macellai Cremonesi: un taglio della parte magra messa in cottura in acqua già bollente per sigillarsi e mantenere così all'interno tutti i suoi succhi (si potrà scegliere tra pernice, spalla, muscolo, reale, ecc); un taglio sarà tra le parti miste con l'osso messe in cottura in acqua fredda con le verdure per dare più sapore al brodo; ci saranno poi la gallina, la testina e il salame da pentola. Il tutto accompagnato, a scelta, da salsa a base di verdure o da mostarda cremonese (costo del piatto completo, €. 14,00).
 
 
In aggiunta si potranno scegliere anche un paio di altri piatti, come accompagnamento. I lessi offrono la possibilità di mettere in tavola dell'ottimo brodo: il classico Consommé che, proprio come si faceva un tempo, preparerà lo stomaco al bollito.
Non mancherà poi la Raspadùra (nuvolette di Grana Padano giovane prodotto da Latteria Pizzighettone) che potrà sia completare il brodo sia concludere il pasto. Il tutto accompagnato dalla mescita di vini e, volendo, da un dessert.
L'ingresso della rassegna è dalla Casamatta 8 di via Boneschi; sono circa 300 i posti a sedere disponibili all'interno delle Casematte delle mura (riscaldate); il servizio è a self-service; non si accettano prenotazioni. I volontari del Gruppo Volontari Mura si occuperanno, accanto ai macellai, della cucina e dei vari servizi (dalla distribuzione al riordino dei tavoli), affiancati anche da un gruppo di allievi dell'Istituto Einaudi di Cremona, che ormai da qualche anno collaborano col Gruppo Volontari Mura.


Nessun commento:

Posta un commento